Ti ho vista

Ti ho vista nascondere i tuoi sogni e le tue paure in un cassetto
ma hai aspettato di essere sicura
che avessi visto dove nascondevi la chiave
prima di andartene via.
So che avrò il coraggio per prenderla,
ma non sarò io ad aprire quel cassetto,
no.
Sarò quello che ti porgerà quella chiave
e sarà accanto a te quando lo aprirai
e ti prenderò per mano,
te lo giuro.
E non te la lascerò mai.

Annunci

Odori (più di dodici righe)

Odori
dei miei ricordi di bambino
quelli belli
di cadute dalla bicicletta e dalle prime nuvole.
Odori
di prato bagnato d’estate
dopo che l’irrigatore è passato mille volte e mai si asciuga,
e ti viene da tuffarti in quel verde.
Di pane appena sfornato alle sei di mattina, morbido, caldo che ti fa sorridere al primo morso
Di pacco appena scartato
Di carta del libro mai aperto
Di inchiostro, questo inchiostro che uso
per descrivere il tuo odore.
Odori
di ciò che sei stata prima di incontrarmi
di quello che sei quando sei con me
e di tutto ciò che voglio conoscere ancora.
E se l’amore,
quello vero
quello che cerco
potesse avere un odore
sono certo che avrebbe il tuo

Il momento più bello

A te che hai appoggiato la testa sulla mia spalla, ridendo, o forse non lo hai fatto e l’ho solo sperato ma io mi sono appoggiato sul tuo cuore, piano, senza svegliarti. Sono un fan dei sussulti emotivi, dei sentimenti sopiti e poi elettrizzati. A te che mi hai guardato, o forse non lo hai nemmeno fatto nè mi hai visto, ma io ho sbirciato ogni frammento del tuo viso e ho ricostruito un po’ del tuo passato senza che tu avessi aperto bocca. Quella bocca che tanto vorrei. A te che sei perfetta anche se non lo sai.
A te che ci sei, o forse devi ancora arrivare.
Ti scrivo queste parole che probabilmente non leggerai. Ma, anche se non lo farai, te le sussurrerò dai miei occhi.
E, quando mi sorriderai perché non te lo aspettavi, sarà il momento più bello che io abbia mai vissuto.

La ragazza del bacio

Voglio che tu sia la ragazza
alla quale sposto i capelli
dietro l’orecchio,
che segue il gesto
con la coda dell’occhio.
La ragazza alla quale aumenta il battito
nella frazione di secondo che va
da quando guarda la mia mano
a quella nella quale,
senza dire niente,
la bacerò facendole chiudere gli occhi
e incrociando i nostri sguardi oltre i nostri sogni.

Il mio lieto fine – sipario

La ballerina che ballava sulle mie parole, che si muoveva tanto dolcemente quanto con decisione, che respirava la stessa aria e non guardava dov’ero io perché sapeva già che non mi sarei mosso, quella ballerina non sei più tu.
Che invece danzi attorno al mio cuore, con dei passettini lo circondi, senza far rumore, e dolcemente lo fai a pezzi con una spaccata che non avevo mai pensato facesse parte del tuo repertorio.
Non hai nemmeno fatto l’inchino prima di uscire, non hai aspettato gli applausi per lo spettacolo che sei stata – e lo sei stata nonostante tutto.
Sei fuggita.
Ma io, anche se a pezzi, sono riuscito a chiudere il tuo sipario.
Ed è stato il mio lieto fine.

Motorini, muschio e occhi chiusi

Il tuo vestito semitrasparente della serie vedo non vedo vedo non vedo. Vedo. Sembrava una partita di poker col tuo corpo. Mi avevi offerto un passaggio col motorino, l’ultima volta ero stato io a darlo ad una ragazza. Mi trovavo in imbarazzo a tenermi da te e i tuoi capelli lunghi mi andavano in faccia col vento. Ma non li spostavo. Ero immerso in quella fragranza di 18 frutti diversi e un po’ di muschio, mi era venuta sia fame sia voglia di fare una passeggiata nel bosco con te. Casa mia era vicina, i 10 minuti realistici diventarono 35 perché avevi fatto un percorso diverso. Pensavi non lo avessi capito perché conoscevo poco la città. Ma in fondo io pensavo tu non avessi capito che stavo con gli occhi chiusi e fantasticavo ancora sui frutti e sul camminare nella natura assieme. Così mi hai preso la mano, senza dire niente, e mi hai stretto a te. E i tuoi capelli, col tuo profumo, i tuoi fianchi in armonia perfetta con le mie mani, mi fecero innamorare di ogni cosa fosse tua. E tu ti innamorasti dei miei occhi chiusi, delle mie parole non dette, della mia ingenuità e del mio gusto in fatto di shampoo.

E’ notte – video

Spero che il video possa piacervi, fatemi sapere mi raccomando! 🙂
E grazie per il vostro supporto, siamo arrivati a 10k followers su Instagram!!! Grazie grazie grazie!!!

Video

Voci precedenti più vecchie Prossimi Articoli più recenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: