Crema solare


Una volta arrivati a mare, mi tolsi la maglietta di fretta, perché non avevo un fisico interessante da mostrare in moviola. Tu avevi il costume intonato al mio. Le ferite sotto l’ombelico e nelle gambe tradivano la tua età, in cui io supponevo fossi capace di rimuovere i peli superflui. Ma non te ne curavi affatto, e a mare eri comunque la più bella di tutte le depilate e disastrate. Con molta naturalezza mi chiedesti di spalmarti la crema sulla schiena. Il sole era forte ed eri bianchissima, come me. Per farmi passare l’imbarazzo ti chiesi di raccontarmi qualcosa della tua vita mentre cercavo di non lasciare parti scoperte. Sia per evitare un tuo rimprovero, sia perché mi piaceva accarezzarti. Mi raccontavi tante cose e io, con metodo e decisione, ti spalmavo la crema che sembravo un pittore. A fine giornata non ti abbronzasti, perché 200ml di crema avevano creato una barriera pazzesca, mentre io mi ritrovai col tubetto vuoto, la pelle e il cervello cotti al sole e il cuore pieno di te.

Playlist aggiornata, buon ascolto 😉

Annunci

48 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. enricogarrou
    Lug 07, 2015 @ 22:19:23

    Curi, è sempre piacevole leggerti, un caro saluto

    Rispondi

  2. Silver Silvan
    Lug 07, 2015 @ 23:52:59

    Teneramente delizioso.

    Rispondi

  3. poetella
    Lug 08, 2015 @ 05:34:42

    che cosa adorabile!

    Rispondi

  4. Samantha
    Lug 08, 2015 @ 06:37:36

    una dichiarazione d’amore sotto il sole cocente

    Rispondi

  5. tramedipensieri
    Lug 08, 2015 @ 07:02:12

    Ah….che sacrifici che si fanno! 😀

    ciao Curi
    buona giornata

    Rispondi

  6. amanda
    Lug 08, 2015 @ 07:43:48

    questo innamorato qui è il più bello letto fino ad ora in dodici righe 🙂

    Rispondi

    • Curi
      Lug 08, 2015 @ 17:22:18

      Si? 🙂 sono contento ti sia piaciuto! Mi incuriosisce il perché 😉

      Rispondi

      • amanda
        Lug 08, 2015 @ 17:38:48

        perché la vede com’è e la ama com’è, perché si perde nella tenerezza di un gesto banale e quotidiano, ma intimo, perché lei si perde ugualmente e racconta le sue mille ed una notte perché l’incanto non finisca

      • Curi
        Lug 08, 2015 @ 17:40:23

        Direi che posso abbandonarmi alle tue parole e ringraziarti per averle dette 🙂 grazie di cuore davvero

  7. johndscripts
    Lug 08, 2015 @ 08:12:10

    Ti spiace se ti metto nel mio blogroll????
    Un piacere leggerti 🙂

    Rispondi

  8. Sir Babylon
    Lug 08, 2015 @ 08:46:24

    Io uso la 50+, per la cronaca. 🙂

    Rispondi

  9. MeryLenn
    Lug 08, 2015 @ 09:20:35

    Molto tenero questo racconto 🙂

    Rispondi

  10. memoriedalpo
    Lug 08, 2015 @ 09:23:16

    una scrittura che corre liscia come crema solare la tua curi:)
    nel tempo che si caricava la pagina,
    sono in una connessione di fortuna,
    7 gg che a casa non ho adsl per un guasto generale:(
    dicevo nel tempo ne ho letto 4 dei tuoi mini racconti e in tutti trovo una dolcezza una tristezza di fondo
    nostalgia che non ti lascia …in ogni riga c’è queta tua anima che sa di delicata saudade
    grazie

    Rispondi

    • Curi
      Lug 08, 2015 @ 17:36:58

      Dolcezza tristezza e nostalgia, non posso rinnegarle e dirti che effettivamente mi prendono nella scrittura 😉 ma finché è artistico,non è dato sapere se reale, va bene così hehe
      Grazie per la delicatezza del tuo commento e le tue parole, ne farò tesoro!

      Rispondi

  11. sabato83
    Lug 08, 2015 @ 09:37:15

    Bellissimo!!!

    Rispondi

  12. newwhitebear
    Lug 08, 2015 @ 14:39:42

    Una giornata al mare. Certamente le depilate non fanno migliore figura della donna che avevi con te – non ho compreso bene il senso della frase ‘Le ferite sotto l’ombelico e nelle gambe tradivano la tua età’ ma a parte questo è di un’intensità veramente notevole. Desiderio e sensazioni si mescolano in un mix veramente ottimo.

    Rispondi

  13. mondidascoprire
    Lug 08, 2015 @ 14:51:28

    Ricordati la prossima volta di metterti la crema a casa , a mare ci sono troppe distrazioni..:)

    Rispondi

  14. Silver Silvan
    Lug 08, 2015 @ 22:02:39

    Se dovesse capitarle di andare in piscina a Vienna, o in Austria in genere, si prepari a vedere splendide ragazze coi tronchi sulle gambe!

    http://www.corsiformazioneestetica.com/2014/01/30/featured/depilazione-e-donne-europee/

    Rispondi

  15. arsomnia
    Lug 08, 2015 @ 22:06:13

    È’ un racconto tenero e sa di freschezza (nonostante il sole e il caldo)…li vedo questi due e sono.. spontanei…
    Bravo Curi! 👏🏻

    Rispondi

  16. rodixidor
    Lug 11, 2015 @ 10:36:49

    Romantico e protettivo come la crema in eccesso 🙂

    Rispondi

  17. fulvialuna1
    Lug 11, 2015 @ 21:37:09

    Ma che bella!!!

    Rispondi

  18. Trackback: alcuni aneddoti dal futuro degli altri | 12.07.15 | alcuni aneddoti dal mio futuro
  19. principessa70
    Ago 25, 2015 @ 08:45:17

    C’è più intimità in una crema spalmata sulla schiena che in una mano nelle mutande. Bellissima!

    Rispondi

Lascia un commento,un pensiero, ciò che vuoi (Leggi bene le regole del blog se non le conosci o non le ricordi)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: