Regole non scritte


Quanto ti sei sentito a disagio quando, dopo esservi salutati a fine serata, scopri che dovete andare verso la stessa direzione della città e potreste fare la strada assieme ma tu fai finta di aspettare qualcosa e lo fai solo perché sarebbe strano? Chi lo ha deciso che sarebbe stato inopportuno camminarle a fianco fino alla fine, chi ti ha detto che lei non ti ha cercato con la coda dell’occhio sperando fosse lei quella che attendevi? Quando ti sei sentito dire che la giornata era stata così pesante che se avesse potuto sarebbe andata a dormire in quel momento, ed erano solo le otto di sera, quanto ti sei sentito di troppo e avresti preferito fosse un invito a condividere il cuscino ad un orario improbabile piuttosto che un invito a sparire? Chi ha detto che non volesse davvero la tua presenza e aspettasse che ti facessi avanti? Le regole non scritte, che non scrive nessuno, ma scrivi tu stesso nella tua testa per giustificarti ogni volta che non hai il coraggio di fare qualcosa.

Un ringraziamento ad A. / Playlist aggiornata, buon ascolto!

Annunci

17 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Erik
    Mag 02, 2016 @ 17:33:37

    mi son rivisto… qualche anno fa, tanta verità… meraviglioso!

    Rispondi

    • Curi
      Mag 03, 2016 @ 00:15:13

      Ciao caro Erik! Grazie mille, speravo che in qualcuno di questi frammenti ci si potesse riconoscere almeno un pochino 😉 un saluto!
      Curi

      Rispondi

  2. eva f dewalker
    Mag 02, 2016 @ 21:11:32

    L’ha ribloggato su sabrinaminetti.

    Rispondi

  3. Nicole
    Mag 02, 2016 @ 23:36:47

    Ciao! Sappi che ti ho scoperto via Fb e sappi che ho appena comprato il tuo libro che non vedo l’ora di ritirare! Scrivi molto molto bene, è un piacere per l’anima leggerti, e te lo dico con estrema onestà. Grazie per le tue righe, di cuore.
    Nicole

    Rispondi

    • Curi
      Mag 03, 2016 @ 00:16:30

      Ciao Nicole! Che piacere vederti anche qui nel blog, dove tutto è cominciato 🙂 E grazie di cuore per aver acquistato il libro, spero tanto che possa essere di tuo gradimento 😉 Ovviamente fammi sapere!
      Grazie, grazie davvero per queste tue parole e spero di vederti ancora da queste parti!
      A presto,
      Curi

      Rispondi

  4. newwhitebear
    Mag 03, 2016 @ 15:24:37

    sono regole non scritte ma stanno dentro di noi. Se invece di fare la strada insieme, si preferisce fingere di aspettare qualcuno/a, beh! vuol dire che c’è poco da stare allegri. I due non hanno un percorso comune.

    Rispondi

  5. Bianca Bi
    Mag 03, 2016 @ 18:23:45

    Penso che tu abbia trovato un modo splendido di schiacciare la vergogna sotto i piedi come una cicca di sigretta..scrivi e descrivi gli universali disagi e disguidi del relazionarsi umano con leggera e seria ironia.

    Rispondi

    • Curi
      Mag 03, 2016 @ 18:27:58

      Ciao Bianca 🙂 grazie mille per le tue parole, fosse altrettanto facile nella realtà come quando le scriviamo e sembra quasi un’osservazione scientifica! ma forse va anche bene così, altrimenti sarebbe troppo lineare e non saprei proprio che farci 🙂 chi più chi meno chi a modo suo o imitando gli altri, passa da queste cose o le sfiora. Forse! un abbraccio e grazie ancora!

      Rispondi

  6. Marco Sciarra
    Mag 05, 2016 @ 22:07:38

    Praticamente è la mia specialità.

    Rispondi

  7. Silver Silvan
    Mag 05, 2016 @ 23:15:26

    Regole, regole … Scritte, non scritte, sempre regole sono. Possibile che nessuno capisca che l’unico antidoto alle regole è l’anarchia?!

    Rispondi

  8. PuroNanoVergine
    Mag 07, 2016 @ 10:08:41

    In questi casi la comunicazione non verbale toglie buona parte dei dubbi che la parola di suo lascerebbe in sospeso.

    Rispondi

    • Silver Silvan
      Mag 07, 2016 @ 21:03:30

      Mmm, ho i miei dubbi. Nel suo ultimo post parla di padrone, ovvero “grande padre” che non paga. Che i problemi del lavoratore abbiano a che fare con il ricordo ancestrale della paghetta insufficiente?

      Rispondi

Lascia un commento,un pensiero, ciò che vuoi (Leggi bene le regole del blog se non le conosci o non le ricordi)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: