Specchio – Odi et amo


Ero al matrimonio di un amico di vecchia data. “Porta una ragazza”, mi aveva raccomandato la sposa, per non spezzare l’equilibrio dei tavoli. Il mio amico vedeva nell’essere da solo al suo matrimonio la mia occasione: “tu che puoi, le damigelle…”. Arriva il tempo delle danze, e il mio cucchiaino ballava il valzer nella tazzina vuota. Improvvisamente ti vedo. Non doveva sorprendermi, era un nostro amico comune. Era come guardare il mio passato allo specchio, mantenendo l’attuale aspetto esteriore. Segretamente ti continuavo a pensare, odiare e benedire. A volere il meglio e il peggio. Pensavo di avere tutto il tempo per invitarti a ballare. Del resto in passato credevo avremmo avuto tutto il tempo del mondo. Invece arrivò lui, di cui volevo solo il peggio. Lo specchio si ruppe di nuovo e mi ritrovai a danzare coi cocci del passato tra le mie mani. Continuando a odiarti e benedirti. A volere il meglio e il peggio. Ad amarti, a modo mio, col mio tempo.

Playlist aggiornata, buon ascolto 😉

Annunci

36 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Patrizia M.
    Ott 06, 2014 @ 00:09:55

    Un amore mai finito, ma nello stesso tempo mai vissuto.
    Venato ti tristezza, ma molto bello!
    Serena notte e buona nuova settimana. Pat

    Rispondi

  2. BadApple
    Ott 06, 2014 @ 02:28:23

    Odio questi momenti e tutte le volte penso a come sarebbe stato facile non provare più niente per una persona che non fatica a dimenticarti. Fammi un favore, non sprecare le tue parole per lei, non servono a niente tutte queste attenzioni verso lei.. mi rendo conto che è impossibile frenare un sentimento ma ti giuro, spero vivamente che tu riesca a trovare una persona che ti faccia star bene ma non come pretesto per dimenticare il tuo passato, ma per renderti talmente felice tanto da non sentire il peso di vederla con un altro

    Rispondi

    • Curi
      Ott 06, 2014 @ 02:33:28

      Cia badapple!mi sento quasi cattivo a scriverti che potrebbe essere solo una storia. ti ringrazio per il pensiero e la premura, lo prendo come un consiglio generico in ogni caso 🙂 come sai non è importante che sia reale o meno ma che susciti qualcosa in voi che leggete e direi che in te lo ha suscitato 😉 non è per sminuire il tuo commento, ma non voglio nemmeno che ti preoccupi 🙂 grazie di cuore comunque (all’ispirazione non si comanda e io obbedisco)

      Rispondi

  3. Silvia
    Ott 06, 2014 @ 07:45:57

    Non è mai facile re incontrare il passato, soprattutto quando ancora non è passato… Molto bello, buon inizio settimana 🙂

    Date: Sun, 5 Oct 2014 22:03:15 +0000 To: silvia-1959@live.it

    Rispondi

  4. tramedipensieri
    Ott 06, 2014 @ 09:29:03

    Eh eh eh….

    buongiorno 🙂

    Rispondi

  5. mondidascoprire
    Ott 06, 2014 @ 10:33:34

    Ci sono circostanze che non possono appartenerci ma che lo stesso hanno originato in noi un desiderio di felicità e di amore e poiché tutto passa attraverso la carne noi l’avvertiamo in quel sentimento ambivalente di odio e amore, perché ci troviamo addosso qualcosa che non possiamo toccare. Però è interessante il fatto che siamo fatti per compiere quel desiderio, ma la forma ci viene donata. Bello, ciao

    Rispondi

  6. giacani
    Ott 06, 2014 @ 10:37:21

    E’ buffo trovarsi improvvisamente di fronte un passato che sarebbe potuto essere futuro. Specchio, specchio delle mie brame…

    Rispondi

  7. Erik
    Ott 06, 2014 @ 12:18:16

    ah… se la nostra cultura ci insegnasse a rispettare l’amore…

    quel sentimento che nessuna ragione genera, quel sentimento che nessuna volontà sopprime…

    quel sentimento che nasce e muore da qualcosa di più profondo dell’intelligenza, da qualcosa di più puro del pensiero…

    quel sentimento che non richiede de rispetta regole e che andrebbe solo e semplicemente vissuto quando si presenta….

    e invece non ne siamo capaci…

    se sgorga dal nostro profondo alla sola sua vista e per qualsiasi motivo non possiamo godere del suo effetto di ritorno allora facciamo tutto ciò che la ragione e il pensiero di permette di fare per nasconderlo, distruggerlo, trasformarlo, sminuirlo perchè dobbiamo sentirlo nostro, pensare di possederlo e governarlo.. se non ci riusciamo lo inquiniamo… quando invece potremmo semplicemente provare a viverlo…

    storia o realtà che sia questo post, non cambia… 🙂

    Rispondi

    • Curi
      Ott 07, 2014 @ 00:59:27

      L’ultima frase direi che racchiude un principio importante di tutto il blog, grazie erik 😉

      Come dici tu, l’amore è un sentimento complesso che cerchiamo spesso di controllare ma che semplicemente va vissuto e non regolato. Poi beh, non scriverei così e non sarei come sono se la pensassi diversamente 😉

      Grazie ancora e a presto!

      Rispondi

  8. lulasognatrice
    Ott 06, 2014 @ 14:31:10

    Bello, davvero…

    Rispondi

  9. gardentourist
    Ott 06, 2014 @ 15:33:32

    Adoro il tintinnio di quel cucchiaino. Potrei giurare di averlo sentito rallentare all’entrata in scena dell’ex.

    Rispondi

  10. fulvialuna1
    Ott 06, 2014 @ 18:41:08

    Può succedere di credere quello che poi non si avvera…La vita è uno specchio, ci si può vedere il negativo e il positivo…
    Elton, sempre grande, la canzone è bellissima 😉

    Rispondi

  11. Elena
    Ott 07, 2014 @ 19:46:54

    Talvolta gli amori non vissuti vengono idealizzati!

    Rispondi

  12. vadana33
    Ott 08, 2014 @ 21:50:40

    Molto molto bello!

    Rispondi

  13. Viaggiando con Bea
    Ott 09, 2014 @ 23:13:37

    Che tristezza!! Io sono per le storie a lieto fine e per gli amori vissuti con slancio. Se ami dillo e basta, ma dillo subito !! Bellissima!
    Ps: ma hai visto che ti ho donato con tutto il cuore una nomination?
    http://viaggiandoconbea.wordpress.com/2014/09/30/one-lovely-blog-award-un-grazie-a-max/

    Rispondi

  14. Sibilla
    Ott 12, 2014 @ 12:22:57

    “Continuando a odiarti e benedirti. A volere il meglio e il peggio. Ad amarti, a modo mio, col mio tempo.” E’ uno specchio per me, queste tue parole. Vorrei non provare davvero più nulla, ma più penso che sia finito, più tutto ricomincia e i cocci sono sempre gli stessi, come un puzzle già fatto migliaia di vole, i pezzi ormai li metto insieme a memoria.
    Un abbraccio, sempre bello leggerti!

    Rispondi

Lascia un commento,un pensiero, ciò che vuoi (Leggi bene le regole del blog se non le conosci o non le ricordi)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: