Vent’anni – comunicare


Non sono mai stato un gran comunicatore vocale di sentimenti. Andavo alla tua stessa caffetteria dove, in un angolo con ottima prospettiva, ti guardavo attraverso i fori che avevo fatto nelle pagine del giornale. Andavo sul tuo stesso bus, ma ci salivo molte fermate prima delle tue, attaccavo un chewing gum nella sedia accanto a quella dove di solito ti sedevi e, se qualcuno faceva per accomodarsi, mi sedevo dietro e starnutivo come un dannato. Compravo una copia in più della tua rivista che finiva sempre presto così, quando arrivavi in edicola, la lasciavo al bancone e tu potevi comprarla. Credo fosse diventata un’ossessione. O forse era il mio modo di innamorarmi senza dovertelo per forza comunicare. Continuai per vent’anni e continuasti anche tu. Non ti ho mai vista con qualcuno. Un giorno, aprii il giornale e vidi un’altra donna attraverso i fori. Mi prese un colpo. Una mano mi toccò la spalla e una voce mi sussurrò “Posso sedermi con te oggi?”.

Playist aggiornata! 😉

Annunci

56 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Amor et Omnia
    Nov 02, 2013 @ 12:02:19

    dolce, dolcissima.. storia d’amore… A

    Rispondi

  2. massimobotturi
    Nov 02, 2013 @ 12:10:18

    una sceneggiatura di tutto rispetto

    bella lettura, grazie

    Rispondi

  3. Damiano Fina
    Nov 02, 2013 @ 12:20:38

    delizia! 🙂

    Rispondi

  4. Marco
    Nov 02, 2013 @ 12:27:09

    Un finale veramente belliissimo.

    Rispondi

  5. Pavolo
    Nov 02, 2013 @ 12:40:07

    Belle righe 😉

    Rispondi

  6. irma
    Nov 02, 2013 @ 13:26:15

    bellissimo!!!! mi piace molto!

    Rispondi

  7. Silvia
    Nov 02, 2013 @ 15:23:02

    Molto bello, buon pomeriggio! 🙂

    Rispondi

  8. mtcava
    Nov 02, 2013 @ 16:24:50

    che emozione, bellissima storia!

    Rispondi

  9. Bloom2489
    Nov 02, 2013 @ 19:53:51

    Bellissimo post (:

    Rispondi

  10. afinebinario
    Nov 02, 2013 @ 20:37:58

    Complimenti Curi. 😉
    Dodici righe una più bella dell’altra 😆
    Un abbraccio 😉

    Rispondi

  11. gelsobianco
    Nov 02, 2013 @ 21:27:13

    Emozione intensa in dodici righe scritte con profonda lievità!
    Mi piace questa tua “sceneggiatura”!
    Ciao, curi.:-)
    gb

    Rispondi

  12. Silver Silvan
    Nov 02, 2013 @ 21:48:04

    COMMENTO RIMOSSO

    Rispondi

  13. jameshoff
    Nov 02, 2013 @ 22:21:56

    bello. ma quanti hanno hai tu?

    Rispondi

  14. lilasmile
    Nov 02, 2013 @ 22:43:00

    La storia è bella Curi ma ste cose secondo te accadono nella realtà?
    Serena notte. Lila

    Rispondi

    • Curi
      Nov 02, 2013 @ 22:45:10

      Beh mi è capitato di dover dire qualche volta “pazzesco, come ha fatto ad accadere”. Magari non è molto probabile che accada allo stesso modo della storia, ma sicuramente c’è qualcuno come i personaggi della storia da qualche parte del mondo (:

      Serena notte a te 😉

      Curi

      Rispondi

  15. lilasmile
    Nov 02, 2013 @ 22:51:47

    A me è capitato di dire: pazzesco, è capitato a me ma per una storia negativa ma non voglio rovinare l’atmosfera.. 😉 Lila

    Rispondi

    • Curi
      Nov 02, 2013 @ 22:53:44

      Sono certo che ti sarà capitato anche per qualcosa di positivo, e se non è ancora accaduto, accadrà 😉 Anche a me è successo per storie negative, non credere (:

      Rispondi

  16. lilasmile
    Nov 02, 2013 @ 22:56:05

    Ehy! Grazie allora per il tuo buon augurio, incrociamo le dita (:

    Rispondi

  17. melodiestonate
    Nov 03, 2013 @ 11:04:25

    bellissima storia, complimenti per il blog…….Sara

    Rispondi

  18. Anonimo
    Nov 04, 2013 @ 10:10:12

    o mon dieu… già io son lenta nel comunicare, spero di non trovare mai nessuno così 😉

    Rispondi

  19. menteminima
    Nov 04, 2013 @ 22:24:36

    Che bello!

    Rispondi

  20. Anonimo
    Nov 04, 2013 @ 23:43:00

    ” Un giorno, aprii il giornale e vidi un’altra donna attraverso i fori. Mi prese un colpo. Una mano mi toccò la spalla e una voce mi sussurrò “Posso sedermi con te oggi?”.

    Era la Morte! Ci voleva un tocco di horror, in questo blog!

    Rispondi

  21. tizianatius
    Nov 05, 2013 @ 09:03:10

    Sintesi ed emozione, ottimo lavoro!
    t.t.

    Rispondi

  22. adimer passing
    Nov 06, 2013 @ 23:01:42

    Sono contento che lei si è decisa. Sarebbe stato un peccato. Nella realtà…….
    Lei non ti picchia sulle spalle.
    Ciao.
    A.

    Rispondi

  23. gianpiccoli
    Dic 02, 2013 @ 08:45:36

    Surreale, leggera, dolcissima.
    Mi piace molto.
    Giancarlo

    Rispondi

  24. mortozombie
    Dic 02, 2013 @ 11:00:19

    bella storia!!! purtroppo oggi tante lo chiamerebbero: STALKING…

    Rispondi

Lascia un commento,un pensiero, ciò che vuoi (Leggi bene le regole del blog se non le conosci o non le ricordi)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: