Non so


Non so se c’è stato momento peggiore di quando notò che i sorrisi che lei gli donava quotidianamente si erano trasformati in pose da fotografie scadenti. Non so se c’è stato momento peggiore di quando percepì che il silenzio a tavola, che una volta si scambiavano per non interrompere i loro sguardi che si comunicavano il passato, il presente e il futuro, si fosse trasformato in indifferenza reciproca. Non so se c’è stato momento peggiore di quando comprese che il bacio della buonanotte, che un tempo cercavano di ritardare per non dover finire così presto la giornata, si fosse trasformato in una routine a volte evitata cominciando immediatamente a russare. Non so se invece il vero momento peggiore è stato quando aveva capito che era a suo agio e quasi diventato dipendente da questa infelicità e aveva deciso, nonostante tutto, di continuare a essere complice e burattinaio del suo dolore quotidiano per non restare solo pur essendolo già.

Playlist con canzone nuova aggiornata, penso apprezzerete 😉

Annunci

2 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Straf
    Giu 12, 2013 @ 20:34:29

    dodici righe perfette, direi.

    Rispondi

Lascia un commento,un pensiero, ciò che vuoi (Leggi bene le regole del blog se non le conosci o non le ricordi)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: