Lavatrice


Mi sedevo davanti alla lavatrice mettendo i panni che avevo usato quando stavo con lei.
Impostavo i programmi più aggressivi, quelli più a lunga durata.
Non volevo rimanesse niente di lei, né l’odore né il segno di alcun contatto.
Non mi interessava nemmeno che si scolorissero: anche se fossero diventati grigi tutti i colori mi sarebbe andata bene.
In fondo avrebbe rispecchiato il mio stato d’animo.
Ma i colori restavano.
Gli odori quasi si acuivano come se mi volessero sbeffeggiare.
Solo dopo mesi mi resi conto che non avevo mai messo il detersivo e che, in realtà, non ero veramente pronto a non sentore il suo odore né il suo tocco sulla mia pelle attraverso i miei vestiti.

Annunci

4 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. silvia
    Gen 14, 2018 @ 21:50:28

    Sempre molto romantico, buona serata 🙂

    Rispondi

  2. newwhitebear
    Gen 14, 2018 @ 22:09:47

    bella dimenticanza. Mi sa che non volevi dimenticarla.

    Rispondi

  3. fulvialuna1
    Gen 15, 2018 @ 21:16:51

    Ma che bello ciò che hai scritto!

    Rispondi

  4. popof1955
    Gen 17, 2018 @ 17:29:53

    Un piccolo consiglio: nel gravatar di wordpress inserisci il sito.

    Rispondi

Lascia un commento,un pensiero, ciò che vuoi (Leggi bene le regole del blog se non le conosci o non le ricordi)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: