La regola del fuorigioco – Andrea Irto [ANTEPRIMA ESCLUSIVA!]


Ho l’onore e il privilegio di ospitare sul mio blog in esclusiva (ascoltabile solo qui proprio proprio eh!) questa canzone di Andrea Irto, una delle 14 del suo nuovo album in uscita il 25 Novembre. Non è fuori tema rispetto al blog, nonostante il titolo che potrebbe portarvi a pensarlo. Ho scelto questa canzone perché mi ha fatto pensare ad alcuni miei ragionamenti sull’amore, sulle relazioni e su quanto chi ci sta accanto è accanto a noi nonostante alcune mancanze. E’ una canzone intelligente, non melensa e che sa di quotidiano. Il sapore che dovrebbe avere qualsiasi rapporto. Eccola qui, e poi alcune riflessioni in merito (senza straparlare) e in fondo anche i suoi dettagli social per stalkerarlo!

Già l’inizio della canzone mi fa riflettere se veramente l’amore e il dolore siano la stessa cosa e a cosa mi sia risposto tutte le volte. La poca coerenza, per fortuna, di quando si manda a quel paese e invece poi si ritorna con parole dolci perché, in fondo, è quella la strada giusta. E poi tutte le volte che, pensandoci, non sono stato all’altezza o non ho fatto quello che ci si aspetterebbe di fare. Come chiamarla amore (perché quello è e lo sai) o portarle un fiore a San Valentino o aiutarla con degli scatoloni da spostare.
La sorpresa? E’ che ci sei tu, che c’è lei. E lei è quella giusta. Non solo perché continua ad esserci ma, come dice il buon Andrea, perché conosce anche la regola del fuorigioco.
Cosa vuoi di più?

ISCRIVETEVI AL SUO CANALE YOUTUBE!
https://www.youtube.com/channel/UClPJLCeqkNcgHdRWMc8f9Pg?view_as=subscriber

E FATE MI PIACE ALLA SUA PAGINA
https://www.facebook.com/andrirtofficial/

Annunci

5 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Andrea Irto
    Nov 18, 2017 @ 14:29:17

    Vorrei ringraziare pubblicamente il sig. Dodicirighe per la bellissima opportunità concessami e, di conseguenza, tutte le persone che vorranno ascoltare il mio brano e – perchè no – commentarlo, criticarlo o chiedermi qualcosa in più. L’umiltà che lo contraddistingue lo ha portato ad introdurre il post con parole del tipo “onore” e “privilegio”, in realtà mi ha semplicemente rubato le parole e adesso ne sono rimasto privo. Beh, specchio riflesso. La chiudo qui. Non voglio “straparlare” 😉

    Rispondi

  2. newwhitebear
    Nov 19, 2017 @ 18:15:34

    bello veramente il brano.

    Rispondi

Lascia un commento,un pensiero, ciò che vuoi (Leggi bene le regole del blog se non le conosci o non le ricordi)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: