A duemila


Credimi,
ho provato a non andare a duemila dall’inizio.
Ma è un mio difetto di fabbrica
che non ho molta voglia di sistemare.
Anche se dovesse voler dire
rimanere intrappolato
in quella fiammata
mentre tu sei fuori
dal quel cerchio di fuoco
che mi guardi bruciare
con l’accendino
e la tanica in mano.

Annunci

7 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. newwhitebear
    Ott 20, 2016 @ 19:33:53

    la fretta può essere una cattiva consigliera ma l’amore non aspetta.

    Rispondi

  2. fulvialuna1
    Ott 20, 2016 @ 20:49:53

    Un incontro di passioni incendiarie…

    Rispondi

  3. Silver Silvan
    Ott 20, 2016 @ 21:17:14

    Milan brucia, Milan brucia,
    al fuoco, al fuoco,
    guarda guarda
    guarda guarda
    ma l’acqua non c’è …

    Rispondi

  4. Walter
    Ott 20, 2016 @ 23:25:48

    Spero di sbagliarmi, ma le ultime due strofe sembrano un preludio al suicidio.

    Rispondi

Lascia un commento,un pensiero, ciò che vuoi (Leggi bene le regole del blog se non le conosci o non le ricordi)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: