Daydreaming (Fuori dall’ordinario)


Era un uomo molto ordinato. Nessuna imperfezione nei suoi gesti. Nessun ritardo a lavoro. Pianificazione giornaliera. Una sera, spezzando il circolo dell’ovvietà quotidiana, incontrò alcuni colleghi. E conobbe lei. Era fuori dal suo ordinario. Una penna di colore diverso nella sua mensola mentale. Come una di quelle gocce che corre sul bordo della tazzina che lui era sempre solito asciugare ma da cui invece si lasciò macchiare volentieri. Fu investito da quello tsunami improvviso di emozioni. Il mattino seguente tutto era come prima, in ordine. Salì sul treno e ripensò a lei, alle scarse possibilità e alla gioia per un bacio. Quando rinsavì si accorse di aver mancato la sua fermata per due stazioni. Non era mai successo ma, invece dello stress, sul viso gli spuntò un piccolo sorriso. Giorno dopo giorno, fermata dopo fermata, arrivò al capolinea e il suo sorriso e i suoi sogni raggiunsero destinazioni che per lui erano sempre state sconosciute. Fuori dal suo ordinario.

Playlist aggiornata! 😉

Annunci

51 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Silvia
    Nov 26, 2013 @ 20:17:29

    Ogni tanto fa bene andare “fuori dall’ordinario” 😉
    Buona serata!

    Rispondi

  2. fulvialuna1
    Nov 26, 2013 @ 20:25:26

    Fuo ordinario, è il slae della vita, eccita.

    Rispondi

  3. il berretto rosso
    Nov 26, 2013 @ 20:47:31

    Ecco. Hai la capacità di fotografare magistralmente, istantanee come questa. Bravo. Mi garba questo fuori “ordinanza”. A presto. Nicola

    Rispondi

    • Curi
      Nov 26, 2013 @ 20:54:01

      Grazie Nicola, in effetti hai definito bene quello che ogni tanto tento di fare con ciò che scrivo: delle istantanee.

      Sono contento ti sia piaciuto 😉
      A presto!
      Curi

      Rispondi

      • il berretto rosso
        Nov 26, 2013 @ 21:00:33

        Ma quello è il segreto caro Curi. Cogliere sfumature e illustrarle, poi in certe occasioni ci si riesce e in altre meno, ma a te capita spesso. Complimenti sinceri. Un caro saluto

  4. menteminima
    Nov 26, 2013 @ 21:13:30

    Sono l’unica a contare ogni volta le righe?
    … commento stupido, ok, torno nei miei appartamenti …

    Rispondi

  5. Bloom2489
    Nov 26, 2013 @ 22:13:20

    Il coraggio di sorridere mancando le fermate… bell’immagine 🙂

    Rispondi

  6. ilgattosyl
    Nov 26, 2013 @ 23:02:39

    c’è speranza quindi?

    Rispondi

  7. Niko
    Nov 26, 2013 @ 23:09:37

    ..vivere dello e nello stra-ordinario.. a patto non sia quello lavorativo! 🙂 Bella storia, ciaooo

    Rispondi

  8. gelsobianco
    Nov 27, 2013 @ 03:04:02

    Torno, Curi!
    A presto!
    🙂
    gb

    Rispondi

  9. luceinombra
    Nov 27, 2013 @ 16:52:59

    che cos’è la vita senza un sogno? se poi è fuori dall’ordinario… è sorprendente…

    Rispondi

  10. Marco
    Nov 27, 2013 @ 17:03:18

    L’amore è un sogno, da vivere ad occhi aperti, giorno dopo giorno, per l’eternità, cosa siamo noi miseri mortali senza amore, da dare o da ricevere: nulla!
    Complimenti Curi.
    Grazie Marco.

    Rispondi

  11. lilasmile
    Nov 27, 2013 @ 21:19:26

    Ok andare fuori dall’ordinario ma queste dodici righe avranno un seguito???
    Sono curiosa..

    Rispondi

  12. lilasmile
    Nov 27, 2013 @ 21:27:04

    In effetti un sorriso ed un comportamento che faccia fare cose fuori dall’ordinario cambia la vita di una persona e forse tutto questo è quello che basta.
    Poi se c’è un di più tanto meglio 😉 Buona serata Curi. Lila

    Rispondi

  13. Silver Silvan
    Nov 27, 2013 @ 21:46:01

    Vedo che siamo entrati in modalità Marzullo.

    Rispondi

  14. passoinindia
    Nov 27, 2013 @ 21:55:25

    La potenza dell’amore.

    Rispondi

  15. gelsobianco
    Nov 28, 2013 @ 03:34:05

    Quando uno tsunami improvviso di emozioni forti ci investe, facciamo investire tutti.
    Andiamo fuori dall’ordinario per vivere veramente, totalmente.
    Sognare di giorno è neccessario!
    Curi, tu sai far vedere e sentire tutto.
    Bravo!
    🙂
    gb

    Rispondi

  16. Scrieeeeeeek
    Nov 30, 2013 @ 10:05:32

    COMMENTO RIMOSSO DALL’AUTORE

    Rispondi

  17. noncipensoproprio
    Nov 30, 2013 @ 15:22:46

    Che palle! Non le sue, eh….

    Rispondi

Lascia un commento,un pensiero, ciò che vuoi (Leggi bene le regole del blog se non le conosci o non le ricordi)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: